Chi è sopravvissuto alla visione di Antrum saprà che uno dei demoni più citati nel film è Astaroth. In questo articolo scopriremo come invocarlo.

Antrum, conosciuto anche come ‘il film più mortale mai realizzato’, è una pellicola del 2018 scritta e diretta da David Amito e Michael Laicini. Il lungometraggio è diviso in due parti: un mockumentary (in apertura e chiusura) e un film. Nella parte del finto documentario si racconta la storia di Antrum, un film uscito alla fine degli anni ’70 che ha effetti perniciosi su coloro che lo guardano. Nel film, invece, si narra la vicenda di una ragazza (Nicole Tompkins) e il suo fratellino (Rowan Smyth) che tentano di riportare in vita il loro cane; dovranno tuttavia fronteggiare un esercito di diavoli in una selva oscura.

Gli antichi greci si recavano a teatro per allietare le loro giornate e sentirsi meglio. Antrum, al contrario, è realizzato con l’intento di creare disagio e malessere nello spettatore.

Ci riesce attraverso l’uso di una fotografia con cambi continui di luminosità, che si presenta spesso molto chiara, come accade quando si assumono droghe del calibro dell’LSD. Il tutto è condito da scene disturbanti, scritte e simboli occulti che appaiono all’improvviso e che, secondo il mockumentary, sarebbero stati impressi sulla pellicola grazie ad un misterioso strato aggiuntivo applicato sulla stessa. Ciò conferisce al film un’aria quasi psichedelica, resa tale anche grazie all’utilizzo di suoni dalle frequenze particolari – frequenze in grado di indurre la mente umana in certi stati.

Ciononostante, quando si parla di demoni, tutto si riduce a ‘credo o non credo’. Perciò, per la gioia di chi ha fede nel Principe delle Tenebre, sulla rete abbiamo rinvenuto delle modalità per invocare il temibile Astaroth.

Astaroth è demone evolutosi dall’antica dea fenicia madre della fertilità Astarte e dalla dea babilonese della guerra e dell’amore sessuale Ishtar.

È uno dei tre supremi demoni malvagi insieme a Belzebù e Lucifero, presente nel Grimoire Verum e nel Grand Gimoire, che risalgono al XVIII secolo. Nel dizionario infernale Astaroth è raffigurato come un uomo nudo con due paia di ali e mani da drago. In testa ha una corona, tiene in mano un serpente e cavalca una grande bestia, di solito un lupo o un cane. Astaroth conosce le scienze matematiche e può insegnarle agli uomini. Si tratta di un demone molto antico e potente. La demonologia comune gli attribuisce anche il ruolo di braccio destro di Satana. In Antrum il sigillo di Astaroth compare 170 volte.

L’invocazione del settimo cerchio

Siediti in una posa di meditazione del loto sul pavimento
Porta un anello d’argento su qualsiasi dito
Medita fino a quando la tua mente è vuota e rilassata
Visualizza una grande cittadella scura, un monastero o una cattedrale
Cammina intorno ad esso sette volte in senso antiorario (nota i muri, le finestre, tutte le caratteristiche speciali, il cancello principale …) ripetendo silenziosamente “Ave Astaroth“.

L’invocazione a lume di candela

Accendi una candela e spegni tutte le altre luci
Guarda alla luce delle candele e calma la mente
Recita la chiamata: “Ave Astaroth! Cercatore di saggezza e custode del tempo! Potente duca, ti invoco umilmente dalle profondità dell’Inferno nel Regno dell’Uomo. Ascolta la preghiera del tuo servitore e amico! Prestami i tuoi poteri in questo momento! Rivelati nelle fiamme davanti a me! Ave Astaroth!”
Ripeti l’operazione per tutte le volte che ritieni necessario
Continua a guardare alla luce delle candele.

Inizia a visualizzare l’energia che si riversa in te.
Metti la mano con un anello d’argento sotto il naso
Chiudi gli occhi e lascia che l’energia che hai ricevuto si visualizzi come Astaroth.
Una volta che Astaroth è apparso nella tua mente come un demone maschio o femmina, spiega la tua situazione al demone e chiedi umilmente le risposte o i poteri che desideri e per quale scopo.
Quando hai finito, termina il rituale in questo modo: “Grazie potente Astaroth per avermi prestato i tuoi poteri e le tue conoscenze. Devo finire il rituale. Ma lascia che la nostra amicizia si estenda oltre i limiti del tempo e dello spazio. Ave, Astaroth! ”Spegni la candela e vai in un’altra stanza. Siediti o sdraiati per un po ‘e pensa a tutta l’esperienza.

Secondo Joy of Satan (Unione Satanisti Italiani), molte persone hanno dovuto eseguire i rituali di evocazione più di una volta perché il demone si manifestasse.

Spesso il demone risponde, ma molti non lo sanno. A quel punto bisogna cercare coincidenze positive e cose fuori dal comune, poiché la consapevolezza è fondamentale. Il video seguente potrebbe rendere l’invocazione più semplice.

“Io ti comando Imperatore Lucifero, da parte del gran Dio vivente, del caro suo figlio, e del S. Spirito, e per la potenza del grande Adonay, Eloim, Ariel e Jehova, di comparire al momento, ovvero di mandarmi il tuo messo Astaroth”.